lunedì 21 ottobre 2013

Gelatina di mele cotogne

Ingredienti

5 mele cotogne con buccia gialla
acqua
zucchero

Lavare le mele ed eliminare il torsolo. Tagliare le mele a grossi spicchi e, in una pentola dal fondo spesso, mettere le mele tagliate coprendole con acqua. Far bollire, evitando di mescolarle fino a che non siano ben cotte. Scolare le mele senza schiacciarle e raccogliere il liquido di cottura. Pesare il liquido raccolto, versarlo in una pentola sul fuoco e, appena raggiunge il bollore, aggiungere lo zucchero in quantità uguale al liquido. Mescolare per un po' affinché lo zucchero si sciolga per bene e lasciar bollire fino a giusta consistenza (prova piattino). Versare la gelatina bollente in barattoli di vetro sterilizzati e conservare in un luogo fresco e buio.
Buon emolliente per la tosse, la mia amica Carla la usa per condire le cartellate (buonissime!).

Con ciò che resta, ossia la polpa di mele, potete fare le geleè di mele cotogne:

Passate la polpa con le bucce in un passaverdure, pesate il passato e ponete sul fuoco una pentola con il passato e un peso uguale in zucchero. Lasciate addensare, mescolando spesso, finché il composto si stacca dal fondo della pentola: a questo punto continuate ancora a cuocere per altri 5 minuti. 
Aromatizzare con 1 cucchiaio di rum. Foderare uno stampo rettangolare con un foglio di alluminio, inumidirlo e versarvi il composto. Livellare a 1 cm di altezza e lasciar raffreddare per 24 ore. Tagliare a quadratini la composta di mele e rotolarli nello zucchero semolato. 
Vanno via come l'acqua!

2 commenti:

  1. le mele cotoghe sono magnifiche e fanno un gran profumo nella cottura

    RispondiElimina